Si è appena concluso a Trieste tra standing ovation e fiumi di applausi, il primo tour italiano del nuovo Musical di Massimo Romeo Piparo, con Lillo e la band di School of Rock, l’appuntamento è per la prossima stagione teatrale: lo show sarà a Milano al Teatro della Luna dal 21 novembre all’8 dicembre, e girerà di nuovo da Nord a Sud per portare l’energia del Rock nei principali teatri italiani.

Lo spettacolo, interpretato da uno straordinario Lillo con un cast di 25 performer compresi 12 giovanissimi talenti e tre band dal vivo, ha segnato, con il 65% della capienza, il record di presenze del pubblico under 14 che nei suoi protagonisti si è riconosciuto e nei loro sogni ha creduto.

Ancora una scommessa vinta da Piparo, che ha fatto scoprire questo titolo internazionale al pubblico italiano più giovane e ha intuito quanto “School of Rock” potesse essere un veicolo efficace non solo per divertirsi ma anche per trasmettere valori importanti e positivi. L’amicizia come parte essenziale della vita di ognuno e poi il coraggio di credere in se stessi e nelle proprie passioni, come cantano i ragazzi in uno dei brani più toccanti dello spettacolo “Se solo tu mi ascoltassi” (If Only You Would Listen), un momento di ribellione nel quale emerge la voglia di farcela e di non arrendersi mai.
Una commedia che parla della musica come ragione di vita, e che ha debuttato, dopo Londra e New York, in un grande allestimento tutto italiano, prodotto dalla PeepArrow Entertainment e Il Sistina, mantenendo intatta la forza di una storia divertente capace di comunicare passione ed entusiasmo ad un pubblico di tutte le età.
Lillo Petrolo è il Dewey Finn italiano (nel film aveva il volto di Jack Black), il chitarrista irriverente che trasforma i suoi allievi in una energica e folle rock band. Accanto a lui, Vera Dragone nel ruolo della severa Preside dell’Horace Green Rosalie Mullins, Matteo Guma è il vero Prof Ned Schneebly, l’amico del cuore di Dewey, Selene Demaria è Patty Di Marco e, con i protagonisti under 14 selezionati tra i 90 allievi dell’Accademia Sistina, anche un ricco cast di artisti, tra i più talentuosi del Musical italiano. Le scene sono di Teresa Caruso, le coreografie di Roberto Croce e la direzione musicale di Emanuele Friello.